2020 Chevy Corvette review: Adapt or die

Non capita tutti i giorni che una nuova generazione di auto sportive riscriva completamente il libro.

Andrew Krok / Roadshow

La Chevrolet Corvette di ottava generazione è necessaria. So che questo potrebbe danneggiare le mie possibilità di rielezione, ma penso che la ‘Vette stia diventando un po’ stantia. Sì, wow, un altro grande motore sotto un cofano incredibilmente lungo. Non fraintendetemi, la cosa era uno spasso, ma semplicemente non sembrava … speciale, immagino sia la parola, e una componente così vitale dell’Americana dovrebbero. La Corvette 2020 rimedia a questo, riprendendo la formula standard e bruciandola. Alcuni salti di fede non funzionano, e sicuramente ci sono alcuni nodi che devono essere risolti qui, ma in generale, il C8 è CGreat.

Piace

  • Gira tutte le teste
  • Prestazioni entusiasmanti
  • Sorprendentemente conveniente per iniziare

Non mi piace

  • Rugosità a doppia frizione
  • Qualche scomoda ergonomia
  • Quel volante

“È una McLaren?”

Che tu ci creda o no, questa è una frase che ho sentito più di una volta durante il mio periodo con la Corvette 2020. È solo una reinvenzione radicale. È sparito il cofano quasi infinito, e al suo posto c’è un muso molto più corto con linee affilate che urlano supercar. La forma a cuneo si allarga mentre gli occhi si dirigono all’indietro, con alcune forti prese d’aria appena dietro la cabina che conducono a un’estremità posteriore squadrata che assomiglia di più alle Corvette di un tempo. Potrebbe non essere la Corvette che ricordi, ma penso che Chevrolet abbia fatto un buon lavoro nel bilanciare i tocchi della vecchia scuola su questo nuovo approccio radicale. Il cofano motore offre sempre una bella visuale del V8 da 6,2 litri, ricordando a tutti intorno a te che la cilindrata non può ancora essere sostituita. Il pacchetto Z51 da $ 5.000 del mio tester aggiunge un’ala posteriore unica, ma considerando quanto sta succedendo qui, lo noto a malapena.

Solleva il pannello incernierato su entrambe le estremità della Corvette e troverai un po ‘di spazio. Il frunk è sul lato più piccolo, ma funziona bene per contenere generi alimentari deperibili che non voglio necessariamente sottoporre al calore di un motore a combustione adiacente, che può essere un problema per le cose che vanno nel bagagliaio vero e proprio. Il vano posteriore è diminuito rispetto allo spazio di carico complessivo di generazione in generazione, ma il back-end ospiterà comunque un set di mazze da golf. Proprio come il C7, riporre il pannello del tetto rimovibile eliminerà del tutto lo stivaggio a poppa, ma almeno ora c’è un frunk – o il lato passeggero della cabina, se stai guidando da solo.

L’ingresso e l’uscita possono essere un po ‘scomodi, date le dimensioni e lo spessore delle porte, e non sono un fan del posizionamento del pulsante elettronico che apre la porta dall’interno. La cabina non è stretta per il mio io di fagiolini, ma i revisori più alti e / o più portanti mi hanno detto che le cose possono essere anguste lateralmente. Ulteriore stranezza ergonomica interna proviene dal volante squadrato, che sembra ancora fuori posto in un’autovettura. I comandi del clima corrono lungo la consolle centrale Guarda cool, ma sono difficili da usare sulla strada e molte delle sue piccole luci a LED non sono abbastanza luminose da essere leggibili durante il giorno.

Tuttavia, c’è ancora molto da apprezzare sulle viscere della Corvette 2020. L’assetto 3LT che sto oscillando (un aggiornamento di $ 11.950 rispetto al prezzo di partenza post-destinazione di $ 59.995) viene fornito con sedili sportivi GT2 di supporto, insieme a un interno in pelle che sembra più bello di qualsiasi Corvette che ho guidato in passato. Lo slot dedicato lungo il firewall tiene saldamente il mio telefono durante la ricarica in modalità wireless e lo spazio di archiviazione sotto il bracciolo funziona bene per contenere tchotchke come chiavi, un portafoglio e una maschera. Il selettore di modalità e i controlli di trasmissione sono di facile accesso e memorizzazione. Il pannello del tetto rimovibile è facile da maneggiare come prima, imballando tre fermi e, sebbene sia abbastanza leggero da poter essere riposto da solo, avere un partner lo rende estremamente semplice da rimuovere o installare.

Truffatore in buona fede

Dato il suo prezzo di partenza basso rispetto ad altri performer a motore centrale come l’Acura NSX o, diavolo, qualsiasi cosa che esce dall’Italia, potresti pensare che la Corvette 2020 abbia un compromesso nascosto da qualche parte nelle sue dinamiche di guida. Sarai felice di sapere che le tue paure sono stupide e infondate.

Fai clic sul pulsante di avvio remoto sul portachiavi e il V8 da 6,2 litri abbaia alla vita proprio come la vecchia Corvette: il mio tester Z51 aumenta ulteriormente l’assalto acustico con uno scarico attivo che mantiene le cose un po ‘più sottili se necessario , oppure può rimbalzare la sua canzone da otto pentole sugli alberi nella contea successiva, a tua scelta. Sia al minimo che nelle profondità del tachimetro, il suono è inconfondibilmente Corvette.

I numeri ufficiali potrebbero non sembrare impressionanti contro i picchiatori di potenza, ma la Corvette fa miracoli con la potenza di 495 cavalli e 470 piedi della libbra dello Z51. Poiché il V8 è praticamente al di sopra delle ruote motrici, lo farà partire, raggiungendo i 60 mph in poco meno di 3 secondi, numeri che erano riservati per le varianti da oltre 600 cavalli come lo Z06 e lo ZR1, e sputerà il movimento in avanti non importa quando premo il pedale destro. Il cambio automatico a doppia frizione a otto rapporti va bene. I cambi di marcia sono rapidi e precisi, ma i cambi di marcia, specialmente a velocità inferiori, possono sconvolgere l’equilibrio con cambi troppo rigidi che inducono inclinazioni e bob dalla testa e dal collo degli occupanti. Sento che questo è qualcosa che GM può escludere nelle future iterazioni, perché concorrenti come il PDK di Porsche hanno dimostrato che è possibile.

Chi si avvicina alla reinvenzione del motore centrale con trepidazione apprezzerà senza dubbio il fatto che c’è ancora un V8 nascosto sotto la carrozzeria.

Andrew Krok / Roadshow

Perditi in una foresta con strade tortuose e la Corvette C8 diventa davvero unica. Che tu sia in modalità Tour standard o più nitida Sport o Track, questa macchina lo è così molto divertente da lanciare in giro. Sì, spostare il motore a metà nave cambia un po ‘le caratteristiche di manovrabilità, ma i neofiti con motore centrale / trazione posteriore non si sentiranno come se fossero a una distanza di un pelo dai guai, grazie ai sistemi di controllo della trazione e della stabilità che funzionano in combinazione con il differenziale elettronico a slittamento limitato dello Z51. L’aggiornamento Magnetic Ride Control da $ 1,895 è praticamente un must, poiché è in ogni altro veicolo GM che lo offre; MRC spiana le strade dissestate nelle sue impostazioni più morbide senza compromettere la maneggevolezza, ma la rigidità a livello di pista è solo un pulsante premuto.

Coloro che cercano la composizione giusta di Riccioli d’oro apprezzeranno la modalità Z della Corvette, che mi consente di combinare il propulsore, il peso dello sterzo, i freni, la nota di scarico, le sospensioni e le impostazioni per trovare il giusto equilibrio. Suggerimento: in Michigan, tieni gli ammortizzatori sul lato più morbido. Non si sente come liscia come, diciamo, la NSX o una McLaren di fascia bassa, ma ancora una volta, questa cosa è da metà a un terzo del prezzo di quelle auto. È incredibile quanto possa avvicinarsi Chevy a questo prezzo. I freni by-wire aggiornati dello Z51 potrebbero fermare un treno merci e il pedale è abbastanza morbido per una modulazione fluida a tutte le velocità, anche in un ambiente più aggressivo.

È efficiente? Può essere, grazie alla disattivazione del cilindro e un sistema di arresto e avviamento del motore regolare che suscita una stima di 15 miglia per gallone di città e un’autostrada da 27 mpg. Ti importa? Probabilmente no.

Super tecnologia per una supercar economica

Alcune auto a motore centrale – la maggior parte di loro, in realtà – sono cariche di tecnologia per cabina vecchia o ottusa, ma non la Corvette del 2020. Il meglio di Chevrolet è in offerta qui e rende questa vettura ancora più avvincente. Il touchscreen da 8 pollici sul cruscotto gestisce il sistema Chevrolet Infotainment 3, che è reattivo e attraente e ricco di funzionalità come Apple CarPlay, Android Auto, accoppiamento con un telefono NFC one-touch e radio satellitare. Un sistema audio Bose a 10 altoparlanti è di serie, ma il mio rivestimento 3LT lo aggiorna a un sistema a 14 altoparlanti che suona nitido, anche quando il pannello del tetto viene rimosso e lo scarico urla.

Questo è facilmente il miglior display digitale prodotto da GM e spero che in futuro funzionerà per altri veicoli adiacenti a cravatta e cravatta a farfalla.

Andrew Krok / Roadshow

Il mio pezzo di tecnologia preferito in assoluto qui è il display configurabile da 12 pollici che sostituisce un tradizionale gruppo di indicatori. Ogni modalità ha un aspetto unico, con il contagiri anteriore e centrale, affiancato da varie informazioni sull’auto o su cosa sta riproducendo sullo stereo. È ottimo per ridurre al minimo le distrazioni e se io veramente voglio ridurre le cose, c’è una modalità minimalista che mostra il contagiri e poco altro. È dannatamente vicino a rendere inutile l’head-up display.

Sul fronte della sicurezza, è una borsa mista. È un’auto dalle prestazioni assolute, quindi finché posso capire la mancanza di adattivo cruise control e frenata automatica di emergenza, vorrei davvero che questi sistemi fossero disponibili, solo per motivi di sicurezza. Il monitoraggio degli angoli ciechi è offerto sui trim 2LT e superiori, ed è necessario, perché ce ne sono alcuni grande punti ciechi su ciascuna spalla. Il mio tester viene fornito con tutti i tipi di telecamere situate intorno all’auto, principalmente per impedire a qualcuno di distruggere il naso su una banchina di parcheggio, incluso uno specchietto retrovisore che può visualizzare un feed dalla telecamera di backup (sufficientemente alta definizione).

I controlli del clima della console centrale richiederanno un po ‘di tempo per abituarsi.

Andrew Krok / Roadshow

Come lo specificherei

L’accessibilità è una grande ragione per guardare la Chevrolet Corvette del 2020, e mentre il suo prezzo base post-destinazione di $ 59.995 è impressionante, il mio tester è carico di quasi tutte le opzioni, gonfiando il suo adesivo per finestre a $ 86.865.

Invece del 3LT, lo terrò più conveniente con il 2LT da $ 67,295, che racchiude il monitoraggio dell’angolo cieco necessario oltre ad aggiornamenti di benvenuto come la ricarica del dispositivo wireless, sedili ventilati e un volante riscaldato. Salterò il pacchetto Z51 da $ 5.000 poiché l’auto è ancora molto capace senza bit di prestazioni extra come il differenziale a slittamento limitato o freni più grandi. Risparmierò i soldi saltando il pacchetto Z51, anche se mi si spezza il cuore tagliando l’accesso a MRC, ma sono felice di buttare giù i $ 1.195 per lo scarico delle prestazioni che dona energia a un fumo. Questo mi lascia con un prezzo fuori porta di $ 68.490. Parla di un affare.

Fino a chiodini di ottone

Se stai acquistando auto ad alte prestazioni a motore centrale, la Corvette arriva a metà prezzo dei suoi concorrenti, se non meno. L’Acura NSX ha un incredibile sistema ibrido e una maggiore vivibilità quotidiana, ma costa il doppio e la tecnologia della sua cabina è peggiore. Le auto della McLaren hanno pareggiato meglio sistemi di sospensione, ma ancora una volta, la tecnologia fa schifo e quelle auto costano quanto una casa. La Porsche 911 rimane la concorrente più evidente della Corvette, e le due sono dinamicamente più vicine che mai, ma la Porsche vince ancora in termini di raffinatezza generale e, a mio parere, estetica.

La Chevrolet Corvette del 2020 è un vero affare in termini di prestazioni, e il fatto che lo sia Questo buono nel primo anno di una reinvenzione radicale è un buon segno per il futuro. Offre livelli di prestazioni da supercar a un prezzo impressionante e, sebbene non sia perfetto, ha sicuramente alzato il livello per le future iterazioni di questo classico americano, indipendentemente dal fatto che tu sia d’accordo o meno su dove dovrebbe essere il motore.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *