Panasonic Lumix CM1 review: Photographers, say hello to your next phone

Nota dell’editore: Aggiornato con disponibilità negli Stati Uniti.

Fotografi, salutate il vostro prossimo telefono.

Si chiama Panasonic Lumix CM1 ed è meglio pensarla come una fotocamera compatta di alta qualità con un telefono di fascia alta schiacciato dentro. Il suo corpo in metallo e gomma effetto pelle ospita un enorme sensore da 1 pollice che fornisce foto da 20 megapixel, scatta in JPEG e raw e offre il pieno controllo manuale delle impostazioni.

Panasonic non lo considera ufficialmente affatto un telefono, chiamandolo invece una “telecamera di comunicazione”. Posso capire perché: dal design della cosa alla sua ricchezza di funzioni fotografiche, è sicuramente molto più fotocamera che telefono. Funziona proprio come farebbe qualsiasi altro telefono Android e supporta 4G LTE per velocità dei dati super veloci.

Ha un display Full HD da 4,7 pollici (1.920×1.080 pixel), un processore quad-core da 2,3 GHz e funziona con il software Android 4.4.4 KitKat.

Questa è una potente gamma di kit a tutto tondo, quindi forse non sorprende che abbia un prezzo allettante.

È ora disponibile nel Regno Unito per £ 799, anche se in quantità molto limitate. Lo puoi trovare a Dixons, Harrods e Heathrow, così come a Jessops in Oxford Street a Londra, di cui ne rimaneva solo uno al momento della scrittura. Rivenditori specifici e ulteriori disponibilità nel Regno Unito o nel resto del mondo sono ancora sconosciuti. A metà giugno, ha iniziato a essere spedito negli Stati Uniti per $ 1.000. In Australia, il prezzo del Regno Unito verrebbe convertito a circa AU $ 1.500.

Con un prezzo così alto, è facile sostenere che ha più senso usare solo un normale telefono Android e portare semplicemente una fotocamera migliore quando si desidera scattare foto adeguate. In effetti, per la maggior parte di voi, questa sarà sicuramente l’opzione migliore. Se tuttavia, come me, ti ritrovi quasi sempre a desiderare di scattare mentre vai in giro per la tua vita, ma non vuoi portare sempre con te attrezzatura fotografica aggiuntiva, la CM1 sarà un’aggiunta molto gradita alla tua tasca.

Panasonic CM1 come fotocamera

Al centro delle capacità di imaging del CM1 c’è un sensore di immagine da 1 pollice, che è fisicamente molto più grande dei sensori che troverai in qualsiasi altro telefono con fotocamera. In confronto, l’iPhone 6 ha un sensore da 1/3 di pollice e persino quello focalizzato sulla fotografia Nokia Lumia 1020 ha un sensore più piccolo da 1 / 1,5 pollici. L’eccezionale RX100 di Sony fotocamera compatta ha anche un sensore da 1 pollice.

Più grande è il sensore, più luce può ricevere, con conseguente maggiore chiarezza negli scatti e migliori prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione. È per questo che la maggior parte degli smartphone, con i loro sensori tipicamente piccoli, farà fatica a scattare buone foto del tuo cibo in ristoranti poco illuminati. Il sensore del CM1 ha 20 megapixel e utilizza il motore di immagini Venus di Panasonic, che promette una buona riduzione del rumore, chiarezza e contrasto.

L’obiettivo porta il nome Leica, il che è rassicurante. In realtà è un obiettivo Leica DC Elmarit (che troverai in altre fotocamere compatte), piuttosto che il vetro di altissima qualità Leica mette nelle sue fotocamere d’élite, anche se puoi aspettarti che sia di qualità superiore rispetto alla maggior parte degli altri lenti del telefono della fotocamera. Ha una lunghezza focale di 28 mm, che non è particolarmente grandangolare, quindi dovrai muoverti un po ‘quando schiacci tutti i tuoi amici nello scatto. Ha un’apertura selezionabile da un veloce f / 2.8 af / 11.

Naturalmente, numeri del genere non significano nulla se le immagini risultanti sembrano orribili. Per fortuna, però, questo non è certamente il caso della Lumix CM1.

panasonic-cm1-funghi-original.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, non modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

In questo primo scatto inedito di funghi dall’aspetto interessante su un albero, c’è una tonnellata di dettagli e l’apertura f.2.8 ha dato una splendida profondità di campo. È molto ben esposto sia tra il luminoso sfondo innevato che la corteccia più scura degli alberi.

panasonic-cm1-food-original.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, non modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

Allo stesso modo, c’è una bellissima esposizione complessiva in questo scatto del mio pranzo a base di agnello (era delizioso, tra l’altro). A schermo intero, ci sono anche molti dettagli da vedere, il che significa che c’è molto spazio per ritagliare l’immagine se lo desideri.

panasonic-cm1-holly-original-raw.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, non modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

La chiarezza sui bordi di queste foglie di agrifoglio è eccezionale e la profondità di campo ridotta li aiuta a distinguersi davvero dalla scena. Le foglie stesse sono un po ‘scure, tuttavia: la fotocamera ha esposto di più per lo sfondo luminoso.

panasonic-cm1-holly-edited-raw.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

L’immagine è stata scattata in raw, quindi c’è molto spazio per sollevare le ombre senza ridurre la qualità, come puoi vedere in questa versione modificata.

panasonic-cm1-dog-2-raw-original.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, non modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

Puoi vedere problemi di esposizione simili in questo scatto del mio cane. Lo sfondo innevato e il cielo erano così luminosi che ha indotto la telecamera a sottoesporre per l’intera scena, gettando il cane e il muro in un’ombra scura. È una scena estremamente impegnativa da catturare per una fotocamera.

panasonic-cm1-dog-2-raw-edited.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

Come con l’agrifoglio, ci sono un sacco di dettagli nel cielo luminoso e nelle ombre per me da tenere sotto controllo in Lightroom, risultando in uno scatto molto più impressionante nel complesso.

panasonic-cm1-bottle-raw-original.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, non modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

panasonic-cm1-bottle-raw-edited.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

Questi scatti prima e dopo la modifica di questa bottiglia di vino, retroilluminati da una finestra luminosa, mostrano quanti dettagli possono essere facilmente recuperati dai file raw di CM1 senza ridurre in modo significativo la qualità dell’immagine.

panasonic-cm1-path-raw-original.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, non modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

panasonic-cm1-path-raw-edited.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

Lo scatto dall’alto di questo sentiero innevato sembrava fantastico, anche senza alcuna elaborazione, con un’esposizione uniforme e un attraente cielo blu e arancione. Con solo un tocco di sollevamento delle ombre e regolazione del bilanciamento del bianco, la versione modificata di seguito si distingue davvero.

panasonic-cm1-prezzemolo-crudo-originale.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, non modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

Il CM1 ha fatto un ottimo lavoro nell’esporre per la neve luminosa e il segno scuro, risultando in una scena di bell’aspetto, anche senza alcun montaggio.

panasonic-cm1-scene-raw-original.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, non modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

panasonic-cm1-scene-raw-edited.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

panasonic-cm1-scene-2-raw-original.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, non modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

panasonic-cm1-scene-2-raw-edited.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

Queste scene di paesaggi serali sono venute molto bene e hanno richiesto solo un tocco di editing minore per farle brillare.

panasonic-cm1-cat-raw-original.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, non modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

In condizioni di scarsa illuminazione, la CM1 era ancora in grado di catturare uno scatto soddisfacente e nitido del mio gatto qui, con il minimo rumore dell’immagine. Scattare in modalità automatica in condizioni di scarsa illuminazione si tradurrà in genere nella fotocamera che seleziona velocità dell’otturatore basse, il che significa che il tremolio della mano o il movimento del soggetto sfoceranno lo scatto (qualcosa di un problema per me quando fotografo animali).

panasonic-lumix-cm1-canon.jpg
Test della fotocamera Panasonic Lumix CM1, non modificato (fare clic sull’immagine per vedere a schermo intero)

Andrew Hoyle / HDOT

Anche la mia fotocamera Canon, capovolta su un tavolo da pub in condizioni di scarsa illuminazione, è venuta molto bene. Ci sono dettagli nitidi sui pulsanti e una generale mancanza di rumore dell’immagine.

Related Posts